Annamaria Marconi

Progetto Sartoria Kouluma

Sedici anni fa, durante un viaggio in treno, ho avuto l’occasione di incontrare suor Jeanne. Era venuta in Italia per far curare una consorella e mi ha raccontato delle difficili condizioni di vita nella zona dell’Africa dove operava. Il suo racconto mi ha profondamente colpito: la sua piccola congregazione si impegnava a dare una seconda chance ai bambini le cui madri morivano di parto. In quella cultura animista, infatti, si crede che il bambino sia la causa della morte della madre, e senza l’intervento delle suore, quei bambini avrebbero seguito lo stesso destino delle loro madri.

Nonostante non fossi ancora a conoscenza delle difficoltà legate alla scarsità di acqua potabile e alla mancanza di istruzione, sentii immediatamente che il mio lavoro di cucito creativo poteva essere dedicato a una causa più grande.

Così, ho deciso di creare una sartoria da remoto, coinvolgendo le mie amiche che lavoravano a distanza, ognuna dalla propria casa. I nostri prodotti venivano poi venduti in mercatini organizzati dalle parrocchie per raccogliere fondi a favore delle missioni.

Grazie a questo impegno e al passaparola di persone colme di buona volontà, si è creata una rete di supporto. È così che Luciana delle Donne ci ha offerto l’opportunità di uno spazio sulla piattaforma di 2nd Chance, permettendoci di ampliare il nostro raggio d’azione e aiutare ancora più bambini e comunità bisognose.

Attualmente, stiamo lavorando alla creazione di un Centro Salute Donna nel villaggio di Kouluma, situato nella provincia di N’Zérékoré, in Repubblica di Guinea. Questo progetto include la ristrutturazione di un dispensario con sala parto e la creazione di un laboratorio di saponeria e sartoria. Il laboratorio è destinato a un gruppo di donne che desiderano insegnare ad altre donne a produrre sapone e a cucire.

Per questo motivo, ci stiamo attivando con il supporto del Sottobosco, per offrire un primo aiuto a queste donne. Il nostro obiettivo è aiutarle a uscire dal ciclo di povertà che spesso le tiene intrappolate, ignorando le loro potenzialità.